news

31/07/2018 15.00 - In Gazzetta delibera Cipe con 782 mln per rifiuti, acqua e amianto

Oltre 780 mln € da destinare a gestione dei rifiuti, contrasto al rischio idrogeologico e alla bonifica dell’amianto. E’ la cifra contenuta nella delibera Cipe 11/2018 del 28 febbraio 2018 “Fondo sviluppo e coesione 2014-2020 - Secondo Addendum Piano operativo Ambiente (articolo 1, comma 703, lettera c) della legge n. 190/2014” pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 30 luglio.
Il documento indica le modalità di stanziamento di 782 € mln da utilizzare fino al 2025. Più nel dettaglio, il secondo Addendum ha come “obiettivi strategici prioritari” l’avvio di un piano nazionale di interventi  di bonifica da  amianto  negli  edifici  pubblici,  la  mitigazione  del rischio idrogeologico “con la prosecuzione di un piano di interventi a completamento dell’azione già avviata con  il  piano  stralcio  aree metropolitane centro nord”, un programma di interventi di  adeguamento del sistema fognario e depurativo e “di  riduzione  delle  perdite  di rete  acquedottistica  e  miglioramento  dell’impiego  delle  risorse idriche, un programma di interventi per la  gestione  del  ciclo  dei rifiuti”.

Al sotto-piano “interventi per la gestione dei rifiuti” vanno 31,85 mln € mentre è di 82,96 mln € la dotazione per “il miglioramento del servizio idrico integrato”. Al Piano nazionale di riduzione dell’amianto dagli edifici pubblici e per ulteriori interventi di bonifica e messa in sicurezza delle aree inquinate sono assegnati 455,32 mln €.  Infine, alle azioni per la mitigazioni del rischio idrogeologico e di erosine delle coste sono assegnati 226,97 mln €.

Sul sito di QE è disponibile il testo dell’atto pubblicato in Gazzetta.